lunedì 26 dicembre 2016

Editoria di montagna


Nel vasto e diversificato mondo dell'editoria trova sempre più spazio il settore di nicchia specializzato nelle attività autdoor in montagna dedicato al trekking, alla bici, all'alpinismo, ma anche legato a moda, eventi, tradizioni, attualità, natura, aspetti socio-economici. Sono in genere riviste periodiche mensili oppure bimestrali, con contenuti solitamente di alto valore editoriale in quanto scritte da persone specializzate nelle materie inerenti i temi trattati. Queste riviste trovano spazio nelle edicole cittadine ma non sempre è facile trovare numerose copie in circolazione per cui molto spesso i lettori scelgono la strada del'abbonamento, un ottimo modo per avere sempre il numero per tempo a casa della propria rivista del cuore. Con questo post vi parlerò delle riviste che al momento focalizzano l'attenzione della maggior parte dei lettori di montagna.

1) La prima rivista che giustamente merita di essere menzionata è la storica Rivista ufficiale del CAI chiamata Montagne360; un mensile che viene spedito automaticamente a tutti i soci CAI in regola con il tesseramento ma che da qualche anno viene venduta anche nelle edicole per tutti i lettori appassionati. E' una rivista dal taglio specialistico sull'ambiente di montagna sia italiano che estero con rubriche legate alle attività svolte da alpinisti ed escursionisti del CAI oppure con contenuti scientifici sempre curati da organi tecnici operativi all'interno del Sodalizio.


2) Da almeno 10 anni la rivista forse più letta dagli appassionati è invece Meridiani Montagne che ogni 2 mesi pubblica puntualmente una bellissima monografia su un Gruppo Montuoso oppure su una regione Alpina. Sono monografie specifiche solitamente dedicate alle Alpi Italiane o Europee, con analisi accurate di luoghi, cime, località, sentieri del Gruppo Montuoso oggetto del mese, il tutto corredato da una cartina escursionistica in scala 1:30.000.

3) Gli esperti di montagna e di lettura di genere conosceranno anche un altra grande del panorama editoriale, ALP, una rivista nata nel 1985 e che fino al 2013 ha prodotto un ottimo lavoro, anch'esso specializzato nel settore delle Terre Alte ma con un occhio di rigurdo all'alpinismo, all'arrampicata e all'esplorazione. Usciva con periodicità bimestrale con l'inserimento di ulteriori uscite monografiche su Grandi Montagna (4 all'anno) e su Ritratti di personaggi (2 all'anno). 

4) Negli ultimi 30 anni un altra rivista di successo è TREKKING&Outdoor, una delle testate più qualificate sul mercato italiano nell’ambito dell'escursionismo e del turismo responsabile, con reportage in tutti i luoghi del Mondo. Una rivista, che raramente nel suo genere in Italia, si occupa in modo esclusivo, costante, coerente e concreto di escursionismo e di cultura naturalistica, con una visione del territorio che coinvolge e valorizza le realtà dove è ancora possibile ritrovare un contatto autentico con l’ambiente.

5) Dopo la proclamazione delle Dolomiti a Patrimonio Mondiale dell'Umanità (Unesco) e grazie al lavoro svolto sul territorio per una nuova promozione e valorizzazione turistica ad opera della Fondazione Dolomiti Unesco, è nata anche una rivista specifica per questa meravigliosa regione alpina. Con il nome di Dolomiti Première nasce nel 2015 un nuovo prodotto editoriale con lo scopo di documentare, commemorare e svelare un territorio unico nel suo genere; 2 uscite all'anno che vengono allegate assieme ad una copia del Corriere della Sera oppure distribuite attraverso i canali di promozione turistica locale.

6) Esistono poi riviste con uscite semestrali che forniscono contributi sui temi dell'alpinismo, della storia turistica ed economica legata alla terra e alla montagna Veneta: abbiamo quindi la storica testa Le Alpi Venete, rivista ufficiale delle Sezioni del CAI del Triveneto con articoli a firma di illustri collaboratori (primi tra tutti Antonio Berti e Giovanni Angelini) e l'altra specialistica Le Dolomiti Bellunesi che da 37 anni parla di questi luoghi attraverso alpinisti, giornalisti e scrittori locali. Numeri questi davvero imperdibili e da collezionare.

7) Tra le riviste più generaliste ma che al loro interno trattano anche e spesso di informazioni inerenti i luoghi di montagna merita di essere ricordata anche il Filò, rivista trimestrale presente da oltre 15 anni, l’unica rivista di turismo, cultura ed enogastronomia del Triveneto, è oggi l’interlocutore scelto da numerosi abbonati e operatori del settore turistico per programmare le proprie vacanze o per promuovere la propria attività e il territorio del Nordest. L’obiettivo è infatti quello di “far conoscere il Triveneto ai triveneti”, nell’ottica della promozione dell’identità territoriale e del turismo di prossimità.

8) Ci sono poi una serie di riviste mensili dedicate al turismo e al viaggiare di diffusione e fama nazionale in quanto prodotti editoriali più generalisti, che parlano di luoghi d'arte, di paesaggio e vacanza. All'interno di questi numeri troviamo spesso articoli ben fatti sul mondo della montagna; in particolare voglio ricordare le belle monografie di In Viaggio, quelle della rivista del TCI (tourin club italiano) oppure di Bell'Italia.





Nessun commento:

Posta un commento